UNIVPM @NIDays12

Anche l’Università Politecnica delle Marche è stata presente oggi al NIDays12 svoltosi a Roma. Questi sono stati i loro progetti presenti alla mostra:

3Dmicro Toolkit: un toolkit per sviluppare applicazioni per alcuni micro della famiglia Pic32

Dal principio nato all’interno del laboratorio LabMACS del DII dell’UNIVPM e successivamente sviluppato dalla neonata azienda 3D-SVS(3D SuperVision System) il 3Dmicro Toolkit, sviluppato dagli ingegneri Riccardo Donnini e Paolo Raspa, permette di sviluppare applicazioni per alcuni microcontrollori Pic32(tra i quali il Pic32 Ethernet) all’interno di LabVIEW, il prodotto di punta della National Instruments, permettendo un alta accessibilità all’utenza che non ha mai programmato per micro e una rapida prototipizzazione.

Tutto il necessario si trova in una palette che, oltre ad avere tutti i blocchetti per gestire le caratteristiche del micro(Switch, Led, PWM A/D Converter e altro) mette a disposizione delle funzioni che, tradotte direttamente con quelle che offre LabVIEW, si sono dimostrate eccessivamente pesanti. Il resto del Toolkit è formato dal 3Dmicro Converter, che prepara direttamente un file .hex da importare all’interno del micro attraverso MPLab.

Non è ancora disponibile direttamente la versione Lite del prodotto, che sarà tra poco scaricabile direttamente nel LabVIEW Tools Network, ma intanto si può scaricare qui.


F.A.L.Co.D, progetto sviluppato durante il corso di Laboratorio di Meccatronica

Il F.A.L.Co.D(Flight Autonomous Landing Control Drone) è un sistema per la cooperazione tra un veicolo aereo quadrirotore e una piattaforma mobile(Kart) nel quale l’obiettivo è l’atterraggio in modo autonomo del velivolo sulla base mobile, il tutto immerso in un ambiente strutturato.

Le risorse utilizzate sono state un quadricottero Parrot AR.Drone® e un Kart costruito mediante LEGO MINDSTORM® con all’interno la tecnologia NXT e un microcontrollore PIC32 Ethernet.

LabVIEW è stato fondamentale in questo progetto: le immagini catturate dal quadricottero vengono direzionate ad una stazione che le elabora attraverso il Vision Assistant Toolkit e con queste informazioni viene attuato il controllo sul Drone. In aggiunta anche il Kart ha avuto bisogno di LabVIEW in quanto sia l’NXT che i microcontrollori PIC32 possono essere facilmente programmati attraverso il software della National Instrument.

Il progetto, di per se molto ambizioso, è stato portato a termine in breve tempo e con buoni risultati.


Ricostruzione 3D georeferenziata di siti sottomarini

La ricostruzione di fondali marini è di per se una sfida difficile da superare, soprattutto per gli alti costi che può comportare. Per superare quest’ostacolo è venuto in aiuto il progetto promosso da un team dell’ UNIVPM e la Soprintendenza dei beni Archeologici della Toscana che hanno messo a punto un sistema di ricostruzione dei fondali utilizzando un ROV con una fotocamera stereo e altre tecnologie come il posizionamento USBL, il tutto immerso in un ambiente LabVIEW e prodotti NI.

Le foto vengono catturate dalla camera presente nel ROV alle quali vengono aggiunte delle informazioni prese in modo sincronizzato attraverso specifici sensori per riprodurre la posizione e l’inclinazione del mezzo quando le immagini sono acquisite. La piattaforma che prende i dati di questi sensori utilizza un microcontrollore PIC32(programmato attraverso LabVIEW), supportato anche dalla tecnologia USBL.

La immagini vengono elaborate attraverso un programma sviluppato in LabVIEW che consente la ricostruzione di ambienti sottomarini 3D georeferenziati, utilizzando anche schede PXI onboard con algoritmi di calibrazione,SIFT,filtraggio e matching.

 

 

Luca Panebianco
Ciao! Mi chiamo Luca e frequento la magistrale in Ingegneria Informatica e dell'Automazione all'Università Politecnica delle Marche. Qui ho apprezzato pian piano la programmazione su microcontrollori oltre che la canonica sul PC. Sono interessato ai vari campi della programmazione su diversi dispositivi.
By Luca Panebianco | marzo 2nd, 2012 | SHOW COMMENTS (2)

2 Responses

  1. Riccardo Donnini says

    ottimo articolo, chiaro e ben scritto. devo seguire con più attenzione questi articoli, spesso davvero interessanti!

    • Luca Panebianco
      Luca Panebianco says

      Grazie del commento!
      Siamo contenti che i nostri articoli piacciano e ti invito a segnalare qualunque cosa per poter migliorare gli argomenti o come sono trattati.