Posts Tagged ‘ARM’

Toolchain GNU ARM nuovo aggiornamento

By Vincenzo Cicogna | marzo 29th, 2017 | LEAVE A COMMENT

Toolchain GNU ARM

Negli ultimi mesi abbiamo registrato un discreto interesse nella Toolchain GNU ARM assemblata da noi e messa a disposizione di tutti attraverso questa pagina.

Per chi non ha avuto modo di interessarsi alla toolchain, vi riassumo in breve che cosa abbiamo realizzato.

In giro ci sono diverse soluzioni gratuite e non che ci mettono a disposizione una toolchain per poter interfacciarsi con microcontrollori ARM.  A volte però si cade in soluzioni con limitazioni sopratutto nelle dimensioni dell’eseguibile.

Circa un anno fa ho deciso di costruirmi ad hoc una toolchain con strumenti totalmente open source, così da poter distribuire a tutta la comunità.

In sostanza il pacchetto di software disponibili nel download, sono software, che per chi mastica il mondo dell’embedded ci si è imbattuti più volte.

Il plus del mio lavoro sta nel fornire un pacchetto completo e pronto all’uso, con un minimo di supporto per l’installazione.

Ho girato così un piccolo video che spiega come installare la toolchain ed il primo setup da fare per verificare che tutto sia ok.


Naturalmente per qualunque tipo di problema potete scrivermi direttamente nei commenti, oppure utilizzare le pagine facebook e twitter di Aos.

Buon lavoro.

Come sviluppare per stm32f4 con gcc arm su eclipse

By Vincenzo Cicogna | gennaio 11th, 2016 | SHOW COMMENTS (6)

Recentemente ci siamo imbattuti nel mondo St e ARM, acquistando una scheda di sviluppo ST NUCLEO f411RE, che monta un ARM CORTEX M4. Il primo problema che abbiamo riscontrato, è stato il compilatore, per questo motivo oggi vi spieghiamo come sviluppare per stm32f4 con gcc arm su eclipse.Toolchain GNU ARM

In effetti ci sono numerose offerte commerciali che si candidano bene come soluzione, ma ad un costo non indifferente. Cercando in rete però siamo riusciti ad installare e configurare un compilatore basato su GCC ARM per Eclipse.

Per chi è iscritto alla nostra newsletter ha avuto modo di sapere che stiamo sviluppando un nuovo progetto in ambito droni e agricoltura. In occasione di questa nostra iniziativa abbiamo deciso di affidare tutto il controllo del velivolo ad un micro-controllore della famiglia ARM, in particolare ad un Cortex M4.

Vediamo nel dettaglio di cosa abbiamo bisogno. Come prima cosa e come già accennato in precedenza abbiamo bisogno di Eclipse.

Eclipse è un un ambiente di sviluppo integrato (in inglese IDE)  Open Source, molto conosciuto per chi sviluppa in Java o Android. Le potenzialità di questo software sta nei suoi innumerevoli plugin da installare e di conseguenza alle varie features che offre per qualunque evenienza. Tra le tante applicazioni di Eclipse c’è anche la possibilità di installare una toolchain per ARM.

Dopo aver installato Eclipse, ci serve mettere su tutto il necessario per poter generare un compilato che giri su processori ARM. A questa evenienza ci viene in aiuto un plugin: GNU ARM Plugin per Eclipse.

Per semplificare tutta la procedura di setup però noi di Automazione Open Source abbiamo deciso di rendere disponibile la toolchain integrale in un file zip. In questa toolchain sarà incluso tutto quello che ci serve per utilizzare tutto l’ambiente di sviluppo, incluso il debug.

Per toolchain si intende tutta quella catena di software e ambienti di sviluppo per poter sviluppare, compilare e debuggare un dato software destinato a differenti prodotti.

Per poter scaricare la toolchain completa, vi chiediamo gentilmente di lasciarci il vostro contatto email ed il vostro nome, per potervi avvisare di futuri articoli sul mondo st e sui suoi sviluppi, inoltre rimarrete aggiornati su eventuali aggiornamenti che apportiamo nella toolchain, inclusi gli aggiornamenti di eclipse.

Download GNU ARM Toolchain

Una volta scaricato il file zip e scompattato, si avrà subito accesso alla toolchain, non ci resta altro che configurare alcuni pannelli per adattarlo alla macchina che state utilizzando attualmente.
Niente paura vi spieghiamo come fare.

  1. Innanzitutto scaricate la toolchain utilizzando questo form:
  2. A questo punto estraete l’archivio zip dove preferite. Avrete una cartella toolchain dove ci sarà tutto l’ occorrente.
  3. Avviamo Eclipse nella cartella toolchain\eclipse\eclipse.exe
  4. Si aprirà la classica finestra del launcher di Eclipse, inseriamo la cartella del workspace: toolchain\ARMtoolchain\projects, e clicchiamo su ok.
  5. A questo punto possiamo importare un progetto oppure crearne un nuovo.

Configurazione dei path per il compilatore

Prima della configurazione dei path è necessario avere un progetto nel workspace di Eclipse.
Se non abbiamo un progetto nel workspace, allora ci conviene crearlo, da File->New Project-> C project.
A questo punto avremo la seguente schermata, che andremo a settare come in figura, e poi clicchiamo su Next:

primacattura

Creazione Nuovo progetto

A questo punto procediamo con le configurazioni come in figura, cliccando sempre next per andare nella schermata successiva.

Nuovo progetto maschera

Creazione Nuovo progetto: seconda schermata

Creazione nuovo progetto eclipse

Creazione Nuovo progetto: impostazione cartelle

Creazione nuovo progetto Eclipse

Creazione nuovo progetto: selezione piattaforma

In questa schermata dobbiamo settare il nuovo path, dove è collocato il compilatore GNU ARM, aggiungendo al path dove abbiamo inserito la cartella toolchain il restante percorso contrassegnato in figura.

Creazione nuovo progetto

Creazione nuovo progetto: path della toolchain

Al termine clicchiamo su Finish

Fatto questo possiamo procedere a completare l’impostazione dei path.

Se abbiamo sbagliato nella fase di creazione del progetto a scrivere il path, è ancora possibile modificarlo, cliccando con il tasto destro sul progetto nel workspace e in seguito cliccando su proprietà.

Posizionarsi nella scheda indicata in figura,  ed in Build tools folder inserite il vostro percorso di posizionamento della toolchain, lasciando invariato dalla folder toolchain in poi. Praticamente bisogna cambiare la prima parte del path segnalato in rosso, e tutto il resto resta uguale.

Cambiare configurazione Toolchain Path

Cambiare configurazione Toolchain Path

Copiate il path, segnalato in rosso, e collochiamoci nella seguente scheda:

Cambiare path di ambiente

Cambiare path di ambiente

 

Clicchiamo due volte in path e aggiungiamo al termine della stringa  ${Path}:  incolliamo il path che abbiamo copiato in precedenza.

Finestra inserimento path

Finestra inserimento path

A questo punto il gioco è fatto!

Non ci resta che provare ad avviare il compilatore.

Per qualunque tipo di problema lasciate pure un commento o utilizzate i social network.

Il sabato di Automazione OS

By Luca Panebianco | novembre 19th, 2011 | LEAVE A COMMENT

Schede di sviluppo Low-Cost per Android: Pandaboard.

La Pandaboard è una potente ed economica scheda di sviluppo per Android (costa circa 170€) arrivata da poco ad un’anno di età e con quasi 9000 schede vendute.

Ha un processore ARM (l’Omap 4430 : un dual-core da 1Ghz) ,un Gb di Ram, due uscite HDMI,Wireless,Ethernet e porte USB; praticamente tutto quello che serve anche per avere una piccola work-station.

La community di riferimento è quella di Linaro, che distribuisce diverse distribuzioni Unix per queste schede (anche Ubuntu 11.10) e ha delle releases mensili con gli ultimi bugfix.

Qui il sito di riferimento per la Pandaboard e qui per Linaro.


Lo smartphone a portata di polso : I’m Watch, un progetto tutto italiano.

Per chi anche vuole vedere dal letto chi ti ha mandato l’ultimo sms, senza neanche allungare il braccio verso il comodino, oggi potrà utilizzare I’m Watch: un orologio da polso che, tramite bluetooth, può connettersi al proprio smartphone (sia Android che iPhone).

Si può vedere in tempo reale il tempo, utilizzare i più famosi social network, telefonare ,vedere la borsa e molto altro il tutto presente in un market dedicato.

Il progetto,come dice anche il titolo, è di due imprenditori italiani i quali hanno da poco aperto il sito ufficiale nel quale si possono vedere i diversi modelli e le varie features.


Il nuovo Honda ASIMO salta, corre e tira calci al pallone:altro che semplice robot!

Dopo l’ insucesso dell’ASIMO nel 2007 quando cadde rovinosamente dalle scale durante la sua dimostrazione ( il video qui) la Honda Robotics ha recentemente riproposto il suo robot, mostrando a che punto la robotica moderna sia arrivata.

Il robot è capace di muoversi a moderate velocità(9 km/h) di saltare su un piede, evitare ostacoli in movimento calcolandone la traiettoria, calciare un pallone in modo preciso e fare gesti di precisione (come svitare il tappo di un thermos e afferrare un bicchiere di carta versandone il contenuto).

Il video della dimostrazione sul thermos qui, delle altre prove di agilità qui.