Il Sabato di Automazione Open Source

Questa settimana riprende il Sabato di automazione che vi porta tre argomenti presi da diversi campi che riguardano la tecnologia: Google Glass, Home OS della Microsoft e un semplice e utile Papercraft per ricordarsi il valore delle resistenze.


Google Glass : realtà aumentata e cloud ai massimi livelli?

Una delle ultime innovazioni che Google ha espresso di voler introdurre è Google Glass: dei particolari occhiali che ci permetteranno ad esempio di chiamare, impostare un tragitto e vederlo sugli occhiali stessi, fare foto e mandare sms. Svelato da poco più di un mese,  pochi giorni fa sono stati mostrati in un’intervista( che troverete qui).

Avremo tutto davanti ai nostri occhi, togliendo quella limitazione che ha sempre avuto la realtà aumentata di avere interfacce poco pratiche  e portando il concetto di Cloud Computing ai suoi estremi, poiché tutta l’elaborazione dei dati sarà trasferita a dei server esterni, riducendo gli occhiali ad un interfaccia e dei sensori. 

Mostriamo qui il video di presentazione uscito ad inizio Aprile, per chi se lo fosse perso.

Luca Panebianco


 Microsoft nella domotica: Home OS

Eccovi il lancio di un Windows studiato ad-hoc per le applicazioni domestiche. Si tratta di un nuovo sistema operativo studiato da Microsoft e compilato completamente in C#.Net Framework 4.0. Si tratta di un sistema che riesce a garantire l’interfacciamento di una quantità rilevante di input e output, sui quali è possibile gestire svariati servizi domotici.

Di recente è stata sviluppata anche un app per dispositivi mobili, , che estende il controllo dell’intera abitazione. Attraverso il dispositivo si può agire direttamente su alcuni azionamenti tipici, come ad esempio accendere un interruttore o azionare i caloriferi. 

Fonte: Microsoft

Immagine: Microsoft HomeOS

Vincenzo Cicogna


Adaruit Resistor Helper

Non ricordi il valore dei resistori che hai nella cassetta dei componenti elettrici? Adafruit Resistor Helper, la novità  del playground di Adafruit, è un semplice strumento, che grazie alla rotazione di dischi colorati permette di decodifica il codice a quattro cifre che indica il valore nominale del resistore.

Quando non si ha il computer a portata di mano, carta e penna in questo caso sono efficaci lo stesso e persino divertenti.  Costruirlo è un gioco da ragazzi, basta scaricare gratuitamente il progetto, stamparlo ritagliarlo e fissare i dischi al cartoncino con dei fermacampioni e la vostra calcolatrice meccanica è pronta! 

Francesco Celiberti

Luca Panebianco
Ciao! Mi chiamo Luca e frequento la magistrale in Ingegneria Informatica e dell'Automazione all'Università Politecnica delle Marche. Qui ho apprezzato pian piano la programmazione su microcontrollori oltre che la canonica sul PC. Sono interessato ai vari campi della programmazione su diversi dispositivi.
By Luca Panebianco | maggio 5th, 2012 | LEAVE A COMMENT