Archive for the ‘Sabato di AOS’ Category

Il Sabato di Automazione OS

By Luca Panebianco | Dicembre 3rd, 2011 | SHOW COMMENTS (2)

Caro CD-Rom, dove ti butto?

Non so se vi siete mai posti questa domanda ultimamente, a causa dell’abbandono dell’utilizzo del Cd-rom come i precedenti Floppy Disc e scoprire che , essendo classificati come “non riciclabili” devono essere buttati nell’indifferenziata.

Il risultato? Oltre alla plastica di cui è composto si spreca dell’alluminio,materiale al 100% riciclabile la cui estrazione è più costosa, in termini di risorse energetiche e ambientali, del suo riciclo(rispettivamente 14kwh e 1 kwh per chilo di alluminio).

In altri stati europei i Cd-Rom vengono riciclati e , fortunatamente, alcune aziende italiane si stanno pian piano mobilitando per creare dei punti di raccolta per i Cd-Rom come Ecoreciclyng (presente alla fiera a Rimini di Ecomondo) e il suo raccoglitore Cruiser.


Il kindle approda in Italia!
In perfetta aria natalizia finalmente arriva anche in italia su Amazon il Kindle, il lettore di e-book low cost in vendita a 99€ , con WiFi integrata(la versione 3G ancora non è arrivata).

In contemporanea è stato aperto il Kindle Store (il negozio on-line dove comprare libri per il reader) con già 16.000 titoli italiani(e gli oltre 900.000 in altre lingue) pronti per essere acquistati (a costo veramente ridotto) e pronti per essere letti,il tutto in pochi minuti.

Il dispositivo si può acquistare qui mentre un video dimostrativo qui


Tipi diversi di sospensione magnetica nei treni a levitazione[2/2]

Come preannunciato nell’articolo della settimana precedente parliamo ora più specificatamente dell’Inductrack, la tipologia più recente e avanzata di sistemi di sospensione magnetica.

Il sistema si basa su anelli di fili non alimentati innestati nel tracciato e su magneti (al niodimio- ferro-boro) disposti ad array di Halbach e, quando quest’array scorre sopra queste spire gli induce della corrente che genera un campo magnetico che respinge il magnete, e genera la levitazione (questo tipo di magnete riesce a sollevare pesi 50 volte superiore al proprio).

L’unica energia necessaria, a velocità costante, è quella che serve a spingere il treno e contrastare gli attriti esterni (aria, campo elettromagnetico), mentre, dopo una certa velocità (di transizione) la distanza (gap) di levitazione,la spinta di repulsione che si genera e la potenza utilizzata rimangono costanti.

Estistono due modelli di questa tecnologia:

  • Inductrack I : ottimizzato per le alte velocità
  • Inductrack II : pensato per aver un miglior rendimento anche a velocità più basse.

Una spiegazione più approfondita su questa tecnologia si può trovare qui (in inglese) mentre un video lo si può trovare qui.

Il sabato di Automazione OS

By Luca Panebianco | Novembre 26th, 2011 | SHOW COMMENT(1)

Programmare per Arduino diventa proprio per tutti: Minibloq

Se anche solo vedere una riga di codice vi spaventa o se volete avvicinare un vostro nipotino al mondo Arduino, non c’è modo migliore di farlo attraverso un programma facile da usare che utilizzi una programmazione visuale, quasi come se si stesse giocando con i Lego.

Un programma che vi permette di farlo(completamente free) è Minibloq, nel quale il codice per il vostro Arduino è composto da una serie di blocchetti alle quali si possono associare delle proprietà e, in tempo reale, è possibile anche vedere il codice generato.

Sono presenti anche altri microcontrollori e ognuno di essi ha la propria palette di funzioni che può supportare.

E’ più semplice provarlo che spiegarlo,e si può scaricare da qui.


Il “robot-soldato” : PetMan della Boston Dynamics

Questa settimana presentiamo un’altra azienda impegnata nella robotica avanzata: la Boston Dynamics.

Questa, ha già fatto la sua comparsa nel mondo della robotica grazie al suo BigDog, un robot a quattro zampe che se l’è cavata egregiamente nel mantenere l’equilibrio sul ghiaccio o a forti spinte (il video qui), utilizzabile quindi come un mulo per portare strumentazioni(anche militari).

Il nuovo prodotto presentato è però un umanoide dal nome PetMan utilizzabile come tester per vestiti protettivi per soldati: infatti esso, oltre ad essere molto agile (utile per stressare i tessuti), riproduce le condizioni fisiologiche di una persona, come temperatura e sudorazione.

Qui il video dell’ultima versione.


 Tipi diversi di sospensione magnetica nei treni a levitazione[1/2]

I treni a levitazione magnetica (detti Maglev) sono tra i tipi più avanzati di trasporto pubblico, che riescono a creare un connubio tra silenziosità, consumi e velocità difficilmente superabili, tuttavia svantaggiati dal loro costo produttivo e dalla necessità di rotaie dedicate.

Esistono tre sistemi di sospensione magnetica, che sfruttano la generazione  di una forza normale al moto del mezzo, (per mezzo di un fenomeno elettromagnetico o elettrodinamico):

  • sospensione elettromagnetica (EMS, utilizzato dal Transrapid tedesco in foto) utilizza la forza attrattiva tra elettromagneti
  • sospensione elettrodinamica  sfrutta la forza repulsiva che si genera tra i magneti sul treno e dei materiali conduttivi posti sul binario.
  • l’Inductrack utilizza una tecnologia passiva basata su superconduttori, la più avanzata tra le tre e verrà trattata più specificamente nel prossimo “sabato di Automazione OS”.

 

Il sabato di Automazione OS

By Luca Panebianco | Novembre 19th, 2011 | LEAVE A COMMENT

Schede di sviluppo Low-Cost per Android: Pandaboard.

La Pandaboard è una potente ed economica scheda di sviluppo per Android (costa circa 170€) arrivata da poco ad un’anno di età e con quasi 9000 schede vendute.

Ha un processore ARM (l’Omap 4430 : un dual-core da 1Ghz) ,un Gb di Ram, due uscite HDMI,Wireless,Ethernet e porte USB; praticamente tutto quello che serve anche per avere una piccola work-station.

La community di riferimento è quella di Linaro, che distribuisce diverse distribuzioni Unix per queste schede (anche Ubuntu 11.10) e ha delle releases mensili con gli ultimi bugfix.

Qui il sito di riferimento per la Pandaboard e qui per Linaro.


Lo smartphone a portata di polso : I’m Watch, un progetto tutto italiano.

Per chi anche vuole vedere dal letto chi ti ha mandato l’ultimo sms, senza neanche allungare il braccio verso il comodino, oggi potrà utilizzare I’m Watch: un orologio da polso che, tramite bluetooth, può connettersi al proprio smartphone (sia Android che iPhone).

Si può vedere in tempo reale il tempo, utilizzare i più famosi social network, telefonare ,vedere la borsa e molto altro il tutto presente in un market dedicato.

Il progetto,come dice anche il titolo, è di due imprenditori italiani i quali hanno da poco aperto il sito ufficiale nel quale si possono vedere i diversi modelli e le varie features.


Il nuovo Honda ASIMO salta, corre e tira calci al pallone:altro che semplice robot!

Dopo l’ insucesso dell’ASIMO nel 2007 quando cadde rovinosamente dalle scale durante la sua dimostrazione ( il video qui) la Honda Robotics ha recentemente riproposto il suo robot, mostrando a che punto la robotica moderna sia arrivata.

Il robot è capace di muoversi a moderate velocità(9 km/h) di saltare su un piede, evitare ostacoli in movimento calcolandone la traiettoria, calciare un pallone in modo preciso e fare gesti di precisione (come svitare il tappo di un thermos e afferrare un bicchiere di carta versandone il contenuto).

Il video della dimostrazione sul thermos qui, delle altre prove di agilità qui.

Il sabato di Automazione OS

By Luca Panebianco | Novembre 12th, 2011 | LEAVE A COMMENT

Il quarto componente fondamentale dell’elettronica : il Memristore

Schema componenti fondamentali

Teorizzato più di trent’anni fa, ma realizzato per la prima volta negli HP Labs (i laboratori di ricerca avanzata dell’ Hewlett-Packard) nel 2007, il Memristore ha la capacità di ricordare lo stato in cui si trova e rappresentarlo mediante un segnale analogico anche senza il passaggio di corrente(funzionando come una memoria).

Gli sviluppi che sono conseguiti alla sua scoperta sono stati molteplici: dall’utilizzo nei calcolatori(per avere un sistema operativo che si carichi all’istante) sia ad applicazioni di logica programmabile, reti neurali e sistemi di controllo.

Per approfondimenti : Memristore(Wikipedia)


Controllare i dispositivi elettrici della propria casa utilizzando il proprio Pc

Nel sito makeproject.com sono disponibili numerosi progetti da sviluppare creati da appassionati di tutti i campi, quello che mostriamo oggi utilizza un semplice set di dispositivi per il controllo dell’alimentazione dei dispositivi a distanza e crea un sistema capace(anche in remoto) di poterli gestire, anche utilizzando dei programmi creati ad hoc nel pc.

Viene spiegato passo passo come eseguire tutto, dall’hacking dell’ R/C a come funzioni la trasmissione dei comandi ai diversi devices, fino al codice per gestirli.

La pagina del progetto: Hacking R/C Power Outlets


L’ “Economia Verde” arriva in Emilia Romagna : Ecomondo alla Fiera di Rimini

Proprio oggi si conclude Ecomondo, una piattaforma di discussione incentrata sulla Green Economy che si presenta con dei bei numeri: 1200 aziende, 14 padiglioni 80000 mq di esposizioni e 200 convegli.

I settori espositivi sono principalmente quattro: Waste (sul ciclo completo del rifiuto), Inertech (riciclaggio nel mondo delle costruzioni),Reclaim expò (sulle tecnologie e servizi per la gestione di siti contaminati) e Oro blu (innovazioni di processo e tecnologie per le acque reflue) mentre le novità espositive riguardano il trattamento dell’aria,demolizione e riqualificazione di aree dismesse e sui rischi e la loro prevenzione.

Automazione OS sarà presente! La pagina dell’evento: Ecomondo